luglio 2018

ven06lug18:00In evidenzaDr. Feelgood + Eric Gales + Glenn Hughes “Classic Deep Purple”18:00 Parco San Valentino (entrata da via Interna)Tipo di evento:concertoBiglietti 20€ + diritti

Concerto 6 luglio 2018

Orario

(Venerdì) 18:00

Luogo

Parco San Valentino (entrata da via Interna)

Via Interna

Dettagli

Casse e ingresso: Parco San Valentino, da Via Interna (MAPPA)
Apertura casse: ore 17.00
Apertura cancelli e show palco secondario: ore 18.00
Inizio concerti palco principale: Ore 19.00
Biglietti alle casse al parco o dai rivenditori locali Ticketone
I concerti del main stage si terranno anche in caso di pioggia, quelli del second stage saranno annullati

Tre nomi stellari in concerto venerdì 6 luglio: l’ex bassista e cantante dei Deep Purple Glenn Hughes; la band simbolo del blues inglese Dr. Feelgood e il Blues Master Eric Gales.

Hotel + concerto: da 55€

Evento facebook

Area disabili

ore 18:00

Second Stage Live

Dal pomeriggio alla notte il second stage si alternerà con il palco principale ospitando concerti e dj set.

ore 19:00

Main Stage Live

Dr. Feelgood

(unica data in Italia)

Dr. Feelgood

Il concerto dei Dr. Feelgood rimane uno dei più popolari ed entusiasmanti spettacoli dal vivo di rhythm and blues nel mondo. Lo stile grezzo e intransigente delle loro esibizioni ha portato l’album Stupidity a raggiungere immediatamente la posizione numero uno delle classifiche U.K. I Dr. Feelgood hanno riscosso successo a livello mondiale con una serie di singoli di successo tra cui Milk and Alcohol, Roxette, Back in the Night, Down at the Doctors, She Does It Right, Going Back Home e See You Later Alligator, primo disco d’oro. L’attuale line up comprende la sezione ritmica di Kevin Morris alla batteria e Phil Mitchell al basso, Steve Walwyn alla chitarra, e il vocalist Robert Kane (ex degli Animals). La band continua a fare tournée in tutto il mondo e ad avere un nutrito seguito di fan in patria e all’estero.

Eric Gales

Eric Gales

Di Eric Gales Joe Bonamassa dice: “uno dei migliori, se non il miglior chitarrista al mondo“. Carlos Santana lo descrive come “assolutamente incredibile” e Mark Tremonti dice che “potrebbe essere il miglior chitarrista elettrico sulla terra”. Un talento innato, che muove i primi passi nel blues e nel rock a 4 anni. Le sue influenze vanno dal gospel al rock, al funk e al blues. I suoi idoli sono Albert King, Robin Trower, John Lee Hooker, Hendrix, Eric Johnson. Vince il primo concorso blues a 11 anni. Nel 1991, a 16 anni, firma il suo primo contratto discografico e nello stesso anno il sondaggio del Guitar World Magazine lo vota come “best new talent”.  Una carriera sempre in ascesa, con ben 14 album alle spalle: non c’è da meravigliarsi se artisti del calibro di Carlos Santana, Mick Jagger, Keith Richards e Eric Clapton lo hanno guardato e lo guardano tutt’oggi con stupore mentre suona davanti a folle in delirio.

A Pordenone viene a presentare il suo quindicesimo album uscito nel 2017, “Middle Of The Road”, che vede la partecipazione di Lauryn Hill, Gary Clark Jr., Eugene Gales, LaDonna Gales, Lance Lopez, Raphael Saadiq e Christone “Kingfish” Ingram. Con una miscela unica di stili rock, funk e blues, Eric Gales si distingue tra gli altri chitarristi del suo genere ed è pronto a farti esplodere ed espandere i tuoi orizzonti musicali.

Glenn Hughes

Glenn Huges

Glenn Hughes non ha bisogno di presentazioni: conosciuto da milioni di fan come ‘The Voice of Rock’, e inserito nel 2016 tra i grandi della Rock and Roll Hall of Fame insieme ad altri membri dei Deep Purple, Hughes sarà in tour mondiale con concerto evento imperdibile, “Classic Deep Purple Live”. I Deep Purple fecero un salto di qualità quando l’allora ventenne Glenn Hughes entrò nella band come bassista e co-vocalist (con David Coverdale) e contribuì ad indirizzare il leggendario gruppo verso il rock progressivo come in Burn (1974), Stormbringer (1974) e in Come Taste the Band (1975). Il suo album di debutto come solista Play Me Out (1977) ha preceduto i successivi album realizzati con i ‘Black Sabbath’ e con ‘Gary Moore’. Gli ultimi 25 anni hanno visto un’ondata di lavori da solista e collaborazioni per “Voice of Rock” tra cui la mega hit America: What Time Is Love? con i KLF nel 1992, e quattro album acclamati dalla critica, pubblicati tra il 2010 e il 2018 con il super gruppo rock ‘Black Country Communion’ con Joe Bonamassa, Jason Bonham e Derek Sherinian.

Lo spettacolo include i classici dei Deep Purple: Burn, Stormbringer, Might Just Take Your Life, Highway Star, Smoke on the Water e Mistreated, solo per citarne alcuni, oltre a brani precedentemente mai eseguiti dal vivo con la line-up originale MK 3. Oltre a Glenn, voce solista e al basso, la band è completata da Soren Anderson alla chitarra, Jesper Bo Hansen alle tastiere e Fer Escobedo alla batteria.

X