Edizione 2005

Pordenone Blues Festival - Edizione 2005

Domenica 28 Agosto 2005

PARCO S. VALENTINO Via Colonna, Pordenone

Apertura cancelli ore 17.30, inizio concerto ore 18.00

Ingresso gratuito

The Stimulators (DE)

Questa Band propone un gustoso e originale mix tra blues, proveniente dalla genuina tradizione musicale di Chicago, e funk, che comanda alle tue gambe di ballare. Il tutto è condito da una voce nera che estrae il suo stile dal soul e dalla tradizione. Il loro ultimo album “Red Wolf” è un vero e indimenticabile viaggio nel “pianeta Groove”.
Questi sono gli ingredienti de The Stimulators.
James Brown ha voluto che aprissero i suoi concerti nell’ultimo tour europeo, dopo averli ascoltati. La rivista “The Rolling Stones” ha scritto con entusiasmo: “ci consegnano un genere di blues capriccioso e imbronciato richiamando i primi Wailers”.

La band:

  • Peter Schneider: chitarra solista, anima degli Stimulators, già braccio destro di Ike Turner. Di lui dicono: “solo Carlos Santana può suonare come lui ed a volte Schneider supera il maestro”.
  • Oliver Stephan: chitarra accompagnamento e voce, il pioniere tedesco dello ska.
  • Uli Lehmann: basso e voce.
  • Oscar Pohnl: batteria e voce.
  • Hans Muhlegg: percussioni e voce.
  • Florian Sagner: tromba e voce.

Byther Smith & The Nightriders (USA)

Byther Smith & The Nightriders (USA)Byther Smith è una vera “leggenda vivente” della scena del Chicago Blues.

Nella sua lunghissima carriera ha suonato con alcuni dei più grandi musicisti blues di tutti i tempi come: Muddy Waters, Howlin’ Wolf, Jimmy Reed e Otis Rush. Nato nel Missisipi nel 1933, inizia la sua prima esperienza musicale con la musica gospel. In seguito inizia a prender lezioni da Robert Lockwood e Hubert Sumlin, considerati i migliori maestri che si potevano trovare in quegli anni.
Intraprende poi la sua carriera musicale, diventando leader in molte bands. Incide negli anni 60 e 70 una serie 45 giri molto apprezzati e di successo.
Nella sua lunga carriera, Smith ha tenuto moltissimi concerti in gran parte del mondo.
Molto simile al suo contemporaneo Magic Slim, Smith è un musicista che non delude mai sia come cantante che come chitarrista.
Erede delle emotività espresse dai grandi maestri del Blues West Side Chicago, Byther Smith negli ultimi venti anni le ha reinvestite in album di potenza straordinaria.

Boney Fields & The Bone’s Project (USA)

Boney Fields & The Bone’s ProjectQuesta Band propone un gustoso e originale mix tra blues, proveniente dalla genuina tradizione musicale di Chicago, e funk, che comanda alle tue gambe di ballare. Il tutto è condito da una voce nera che estrae il suo stile dal soul e dalla tradizione. Il loro ultimo album “Red Wolf” è un vero e indimenticabile viaggio nel “pianeta Groove”.
Il trombettista Bonney Fields inizia la sua cariera a Chicago nel ‘79, suonando nei clubs con gruppi funky e jazz. Dopo due anni Jimmy Johnson lo chiama a suonare con se per tutto il tour americano. Nel 1983 B. F. si trasferisce a Los Angeles dove inizia a suonare con Smokey Wilson e Albert Collins. Nel 1985 entra nella band del grande James Cotton, con cui incide due album. Bonney Field è ormai lanciato e suona con alcuni tra i più famosi musicisti mondiali tra i quali Buddy Guy, Juniors Wells, A. C. Reed, Eddie Clearwater, Valerie Wellington. Nel 1990 entra nella Kenny Neal Blues Band, registrando due album con una prestigiosa sezione fiati, in cui militano anche Maceo Parker e Fred Wesley. Accompagna con la sua tromba musicisti come Georges Clinton e Bootsy Collins. Si trasferisce a Parigi, chiamato da Luther Allison. Lì B. F. ha l’occasione di collaborare con Alpha Blondy, Jimmy Jonson e molti altri. È dalla poliedricità delle sue esperienze che nasce una personale visione del blues, mescolandolo al funk, alla world music, al rock, al rhythm and blues, al jazz.

The Bone Project: I componenti di questo progetto hanno offerto la loro collaborazione a vari artisti tra cui Bernard Allison, Lucky Peterson, Karim Albert Kook, Fred Chappelier, Raul the Souza, U.P. Wilson, Tino Gonzales.

  • Pierre Chabrelle: trombone
  • Fred Bintner: Batteria
  • Mike Armoogum: Basso
  • Hervé Samb: Chitarra
  • Johan Dal Gaard: Tastiere
  • Nadège Dumas: sax tenore

In caso di maltempo il concerto si terrà presso il Deposito Giordani, Via Prasecco, 13 (PN)

Eventi collegati: Lunedì 22 Agosto 2005

Caffè Letterario al Convento in Piazza della Motta, 1 – Pordenone

ore 19.00

“I COLORI DELLA MUSICA”

Inaugurazione della mostra della pittrice Sonia Ros. “Con un impianto scenografico che vede la figura sempre al centro della composizione, emerge imperiosa, ma mai prepotente, in un alternarsi di contrappunti cromatici” (Vittoria Magno)

Chiostro di San Francesco in Piazza della Motta, 1 – Pordenone

ore 21.00

“ECCO I BLUES”

Silvio Donati e Giuseppe Bevilacqua presentano un progetto di poesia, musica e recitazione sotto una denominazione comune: il blues.
Silvio Donati: figlio d’arte, diplomato al conservatorio di Trieste, ha tenuto concerti in numerosi stati europei e in Nord America ricevendo numerosi premi. Molte le sue collaborazioni tra le quali quella con il teatro stabile del Friuli Venezia Giulia, con il Centro Servizi Spettacoli di Udine e con il Festival “Ingeborg Bachmann” di Klagenfurt.
Giuseppe Bevilacqua: Attore e regista, è titolare della cattedra di educazione alla Voce presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “S. D’Amico” di Roma. Ha lavorato nei più prestigiosi teatri italiani. Collabora con diversi enti tra i quali: Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Rai, Università di Scienze della Comunicazione “Auxilium” di Roma, Teatro Stabile di Roma. Giuseppe Bevilacqua è anche il curatore del “Dizionario degli autori, opere e lessico teatrale”, di prossima pubblicazione presso la Newton Compton Editori.

INFO: e-mail: info@pordenonebluesfestival.it
Si ringraziano: Ass. Cult. Rototom – Cinemazero – Deposito Giordani – Spider 4 Web

X